arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

SOSTENIBILITA’ FINANZIARIA ALBERGHIERA - Caorle, 23 febbraio 2016

Fornire strumenti per l’analisi della sostenibilità finanziaria degli investimenti per gli imprenditori del settore ricettivo della Costa Veneziana è stato l’obbiettivo dell’indagine presentata al Convegno organizzato lo scorso 23 febbraio a Caorle, alla Fiera dell’Alto Adriatico, da FIDI IMPRESA & TURISMO VENETO.

La ricerca, svolta su un campione di 94 strutture di Jesolo, Bibione, Caorle e Chioggia/Sottomarina, ha rappresentato la prosecuzione di un progetto più esteso, promosso in collaborazione con la Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare, Confcommercio e Federalberghi. L’indagine ha permesso di stabilire in che misura le nostre strutture ricettive sono in grado di sostenere nel tempo l’onere degli investimenti che sono chiamate a realizzare, partendo dall’analisi dei dati gestionali, come arrivi, presenze, permanenza media e tasso di occupazione delle camere e dei dati di bilancio come ricavi per presenza, capitale investito e capacità di generare cassa.

Ecco in sintesi alcuni dati: se nel triennio 2012 - 2014 si registra nel campione un calo degli arrivi dello 0,8% e delle presenze dell'1,1%, la permanenza media rimane sostanzialmente stabile, passando da 4,2 a 4,1 giorni, come il tasso di occupazione delle camere, al 70%. Il fatturato medio (605.000 Euro nel 2014) cresce dell1%, anche se la redditività diminuisce negli esercizi a 3 e 4 stelle. La capacità di generare cassa aumenta nelle aziende con l’immobile in proprietà (da 57.666 a 61.890 Euro) e diminuisce in quelle con l’immobile in affitto (da 38.362 a 32.264 Euro). Nel complesso la cassa generata rende possibile sostenere l’onere per nuovi investimenti, con finanziamenti a medio-lungo termine.

Questo progetto risponde particolarmente a due aspetti significativi: per le imprese avere dei parametri per conoscere e valutare se stesse prima di accedere alla richiesta di credito, per il sistema bancario effettuare una valutazione più precisa dell'impresa stagionale.

Con i dati emersi da questo studio auspichiamo di arrivare (finalmente) ad un rating bancario fatto su misura per le imprese ricettive, il tutto con l'imprescindibile consulenza del Confidi in grado di offrire un servizio sartoriale all'associato.
 

Ricerca Settore Alberghiero (02-2016)

Top