arrow--linkarrow-calendar--leftarrow-calendar--rightattachmentcalendar-eventclock--outlineclockclose_modal_windowcloud_uploaddeadlinedownloademail--shareemailfacebookfaxgoogle-plus--framegoogle-plusinstagramlink--externallinklocationlogo-confcommercio--fidilogo-confcommercio--venezialogo-confcommerciomarker--offmarkerphonepinterestsearch--whitesearchteacherstwitterverifiedyoutube

Comunicazione

Bibione, 28 settembre 2017 - un unico brand in una logica di sistema

Un distretto turistico che raggruppa 4 dei primi 10 Comuni d’Italia per presenze totali (Cavallino-Treporti 6°, Jesolo 7°, San Michele al Tagliamento 8°, Caorle 9° - Fonte: Rapporto sul turismo 2017 – Touring Club Italiano/UniCredit) e primeggia, tra le località balneari, per numerosità e varietà dell’offerta di posti letto (San Michele al Tagliamento 1°, Jesolo 3°, Caorle 6° - Fonte: Rapporto sul turismo 2017 – Touring Club Italiano/UniCredit).
Questo è oggi il litorale settentrionale delle Provincia di Venezia, un’importantissima realtà nazionale che, nonostante gli ottimi risultati in termini di presenze e arrivi registrati nell’ultima stagione, continua, con gli operatori di tutta la filiera turistica, a ripensarsi e a rinnovare la propria offerta.
 
Che la ripresa sia in atto lo dice, dati alla mano, il bilancio 2016 con un incremento turistico nella costa veneziana dell'8% rispetto all'anno precedente e del 3% delle presenze. Una dinamica positiva che registra un turismo di qualità, con una spesa media pro capite per turista internazionale che si attesta sui 122 euro, superando i 103 della media veneta. 

Un dato importante per la prima industria del Veneto, emerso lo scorso 28 settembre durante il convegno Tourism in action, la nuova cultura imprenditoriale e l'economia digitale, promosso a Bibione da Unicredit in collaborazione con Fidi Impresa & Turismo Veneto.
 
I lavori sono stati aperti dai saluti di Pasqualino Codognotto (Sindaco San Michele al Tagliamento), Silvio Scolaro (Presidente Associazione Bibionese Albergatori) e Marco Michielli (Presidente Federalberghi Veneto, Vice Presidente di Confturismo Nazionale), a cui ha fatto seguito, tra gli altri, anche l'intervento di Mauro Rocchesso (Direttore di Fidi Impresa & Turismo Veneto) sui fondi strutturali.
 
A chiudere la giornata una tavola rotonda, dal titolo “Come far dialogare l’intera Filiera del Turismo in una logica di sistema” nel corso della quale Alessandro Rizzante (Vice Presidente Fidi Impresa & Turismo Veneto) ha sottolineato come “la collaborazione tra soggetti e categorie diverse, appartenenti alla filiera turistica, oggi é assicurata dai Consorzi che elaborano delle progettualità che poi il soggetto pubblico decide se sostenere. In questo territorio, per esempio, c'é la volontà comune di promuovere le spiagge con un brand unico per l'Alto Adriatico”.
Top